• TECNICA COSTRUTTIVA
  • IMPIANTI TECNOLOGICAMENTE AVANZATI

TECNICA COSTRUTTIVA

CURA nella PROGETTAZIONE: Sia nella fase di progettazione che in quella esecutiva, i dettagli costruttivi e la cura nella realizzazione fanno la differenza tra un progetto mediocre e un progetto eccellente.

Isolamento Termico

Il palazzo avrà un eccellente coibentazione esterna, grazie alla quale riusciamo a diminuire drasticamente le dispersioni termiche e quindi l’edificio necessiterà di pochissima energia per essere riscaldata. L’eccellente isolamento sarà garantito in due modi:
– Uso di un mattone pesante tipo poroton, di ben 30 cm di spessore, che renderà il muro eccellente sotto molti punti di vista: elevata inerzia e trasmittanza termica, ottimo isolamento sia termico che acustico e ne farà un buon mattone antisismico da tamponatura. Questa soluzione molto tecnica e performante ha lo svantaggio di essere molto costosa.
– Uso di coibentazione esterna realizzata a “cappotto”, fatta in lana di roccia di ben 15 cm di spessore. Di centimetri ne sarebbero bastati la metà, viste le caratteristiche del mattone, per avere un elevata coibentazione, ma abbiamo voluto eccellere anche qui. La lana di roccia è ricavata da materiali naturali (roccia), è ecologica perché biosolubile, riciclabile ed ecocompatibile perché ha un impatto positivo sul’ambiente in quanto l’energia che fa risparmiare attraverso il suo utilizzo è nettamente superiore a quella necessaria per la produzione e lo smaltimento.
Sul terrazzo condominiale ci sarà una copertura piana con giardino pensile, ottimo rimedio naturale contro il calore estivo.

Isolamento Acustico

Tutti  i muri perimetrali esterni e quelli divisori interni, tra appartamenti, avranno isolamento acustico elevatissimo, assicurato dall’associazione di materiali pieni e corposi con quelli spugnosi.
– I muri esterni saranno fatti di mattone pesante (tipo poroton), ottimo materiale fono-isolante, e da un “cappotto” esterno in lana di roccia che è un eccellente materiale fono-assorbente.
– I muri divisori interni tra appartamenti saranno costituiti da due muri di 10 cm di spessore ognuno, separati da un spazio rigorosamente vuoto e da altri 5 cm di isolante acustico.
Anche se lo spessore dei solai e del massetto saranno di notevoli dimensioni, sotto il pavimento verranno messi dei tappetini fonoassorbente, contro i rumori da calpestio.

Struttura Antisismica

L’edificio avrà una struttura studiata e realizzata per soddisfare le più restrittive norme in materia. Anche i muri di tamponatura saranno antisismici, perché realizzati con mattoni strutturali pesanti di grande spessore. I terremoti di questi ultimi anni, hanno messo in luce la fragilità strutturale dei vecchi edifici, che si sono sbriciolati seppellendo persone, risparmi e sacrifici di una vita.

Impianto Idrico

L’impianto idraulico è individuale, ogni appartamento avrà la sua utenza idrica. Gli scarichi dell’acqua verranno realizzati con tubi in polipropilene e non con tubi in PVC, che non hanno prestazioni acustiche. Anche i balconi saranno dotati di scarico acqua piovana.

Riscaldamento

L’impianto di riscaldamento e raffrescamento è a pavimento con caldaia a pompa di calore alimentata ad energia elettrica, prodotta dai pannelli fotovoltaici posti nel tetto. Il sistema è molto semplice, il pavimento viene riscaldato tramite una serpentina di tubi in cui passa acqua calda a bassa temperatura, irradiando calore all’ambiente. È per questo che si chiama riscaldamento a pavimento radiante. I vantaggi sono: assenza di radiatori e di ingombri interni, elevato comfort abitativo, risparmio energetico, assenza di movimenti d’aria e quindi di polvere.
La Pompa di Calore è una macchina termica in grado di trasferire energia termica da una sorgente a temperatura più bassa a una sorgente a temperatura più alta. È un sistema molto conveniente, perché la sua efficienza termica è 1 a 4 (cioè fornendo 1kw di energia produce energia come se fosse per 4kw). Essendo elettrica non ci sono spese di manutenzione ne di revisione, obbligatorie per le caldaie a gas.

Acqua sanitaria

Dopo il riscaldamento, l’acqua calda sanitaria è la seconda fonte di dispersione energetica. In questo palazzo la produzione dell’acqua sanitaria avverrà sfruttando l’energia del sole, che scalderà l’acqua all’interno di un accumulatore ben coibentato. Da questo partirà un tubo di acqua calda, che andrà ad alimentare la pompa di calore dell’appartamento.
Nota: Produrre acqua calda in modo istantaneo, necessita di grandi quantità di energia, con consumi quadrupli rispetto al funzionamento a regime. Il miglior sistema è quello di immagazzinare l’acqua calda in appositi boiler coibentati, fa abbassare notevolmente i costi di produzione.

No Gas – abbiamo il Fotovoltaico

Il palazzo sarà dotato di 7 impianti distinti, uno per ogni appartamento più uno condominiale, per azzerare le bollette di luce e ascensore. Ogni impianto produrrà circa 1,5 Kw/h di corrente (sufficiente a coprire il 75% dei consumi di una famiglia media). Come optional darò la possibilità di aumentare fino a 2,5 kw l’impianto e di istallare l’accumulatore elettrico per immagazzinare l’elettricità.

VMC

Questo fa parte degli impianti fondamentali dei nuovi edifici, perché non solo contribuisce al comfort abitativo interno, ma soprattutto serve per il benessere della salute. Questo perché controllando l’umidità interna  elimina il problema della condensa e quindi anche la formazione di muffe e allergeni vari che troviamo spesso nelle case tradizionali. La VMC deumidificando l’aria interna riesce a portarla a 40-50% di umidità, dando una piacevole sensazione di benessere. Grazie al recupero di calore, riesce a “recuperare” l’energia potenziale dell’aria sostituita, facendo risparmiare notevoli soldi. Funzionando 24 ore al giorno permette di avere un’aria interna fresca e pulita tutto l’anno, priva di agenti patogeni ed allergeni esterni. L’impianto è gestito dalla domotica con la possibilità di controllare la velocità di ventilazione e l’umidità dell’aria. Potrà mandare aria sia calda che fredda.
La condensa si ha quando l’umidità interna è troppo elevata o le superfici interne sono troppo fredde per esempio pareti, infissi e vetri mal coibentate o isolati o pavimenti troppo freddi in estate dovuto al raffrescamento a pavimento.
La muffa prolifica quando c’è umidità (d’inverno è molto più presente perché si arieggia meno la casa), e si presenta soprattutto sulle pareti fredde mal coibentate.

Infissi

Infissi performanti con alte prestazioni termo-acustiche, realizzati con telaio ad ampio spessore, dotati di triplo vetro multistrato a doppia camere d’aria. Il cassone della serranda è formato da un monoblocco coibentato, integrato nel muro esterno, in modo che l’ispezione avvenga solo dall’esterno, eliminando gli spifferi e la dispersione termica tipici dei cassoni con ispezione interna.

Domotica

L’uso della domotica di ultima generazione non è solo per il piacere, il comfort e la sicurezza attiva o passiva, ma è anche un modo per diminuire i consumi di energia di un buon 10%. Per il comfort la usiamo per gestire ed automatizzare le tapparelle, l’accensione delle luci ed ogni elettrodomestico (lavatrice, lavastoviglie ecc.). nella sicurezza per gestire gli allarmi, la videosorveglianza. Per l’ecologia e i consumi perché possiamo accendere o spegnere il riscaldamento, gestire la VMC, ma anche visualizzare i consumi elettrici o del riscaldamento, visualizzare la produzione del fotovoltaico.

Connettività

Il palazzo sarà cablato con fibra ottica, in modo da avere internet ultra veloce senza alcuna perdita di segnale o disturbi vari. Si potranno vedere le partite in alta definizione o scaricare film in brevissimo tempo e senza disturbi. Ricorda, a breve la tv passerà solo per via cavo… non farti trovare impreparato.

I materiali utilizzati o gli impianti che adotterò, potrebbero subire variazioni. Sarò io stesso a decidere.